ViviTuscia

Il paese più grande della costa, che dà il nome al lago su cui si affaccia, è Bolsena. Questa piccola cittadina, famosa ai più per il turismo lacustre, è stata teatro di fatti storici ed avvenimenti estremamente importanti. Il nostro tour ha come obiettivo quello di scoprire le meraviglie nascoste di questo piccolo centro, attraverso una passeggiata che ripercorre idealmente la storia della civiltà umana. Infatti iniziamo dall’Area Archeologica di Poggio Moscini, situata sul punto più alto del paese, in cui possiamo ammirare i resti dell’antica città etrusca e poi romana di Volsini. Da questo importantissimo sito archeologico sono stati rinvenuti molti oggetti preziosi oggi custoditi all’interno del Museo Territoriale del lago di Bolsena, situato a pochi passi dall’area archeologica ed ospitato all’interno della magnifica Rocca Monaldeschi. La visita al museo ci consente di osservare da vicino anche i ritrovamenti fossili provenienti dal lago e di comprendere l’importanza che il lago stesso ha avuto nei secoli come forma di sostentamento per le popolazioni che si sono stabilite nei suoi pressi, oltre alla bellissima sezione dell’acquario in cui sono custodite le varie specie di pesci che popolano le acque del lago di Bolsena. Inoltre, dalla torre della rocca che si affaccia sul lago ammiriamo lo splendido paesaggio di fronte a noi. La nostra passeggiata prosegue attraverso le viuzze che caratterizzano il centro storico del paese fino ad arrivare alla Collegiata di Santa Cristina: edificio di culto dedicato alla Santa martire bambina, ma anche luogo in cui nel 1263 si è verificato il miracolo eucaristico del Corpus Domini.
Dopo un ottimo pranzo a base delle specialità locali lasciamo il lago di Bolsena e ci dirigiamo verso Civita di Bagnoregio il piccolo borgo medievale che domina la Valle di Calanchi. Qui non esistono i rumori della città e il tempo sembra essersi fermato al 1695, quando un fortissimo terremoto ha fatto crollare le strade e buona parte dell’abitato. Infatti oggi è possibile accedervi solamente tramite un ponte pedonale. Il nostro percorso ha inizio proprio da qui: superato il ponte, che sembra sospeso su un “mare” di argilla, ci addentriamo nei vicoli e nelle piazzette di Civita. A questo punto ha inizio un esperienza che lascia il visitatore completamente meravigliato: vedremo un paese medievale completamente intatto nella sua architettura originale, caratterizzato dalla presenza di profferli, archi e stemmi incisi sul peperino, inoltre, scopriremo qua e là degli scorci favolosi sul paesaggio circostante. Al termine del nostro giro visitiamo i tesori dell’ex duomo di San Donato per poi goderci qualche minuti di riposo prima di ripercorrere il ponte.

 

CONTATTACI TELEFONICAMENTE O VIA MAIL PER CONOSCERE  I DETTAGLI

DELLA TUA VISITA GUIDATA PERSONALIZZATA

Input your search keywords and press Enter.

Questo sito utilizza cookies per garantire all'utente una migliore esperienza di navigazione. Clicca su "Accetto" o scorri la pagina per proseguire. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi